Cinzia-Colombo--150x150

I problemi  che avevo in fatto di abbigliamento erano soprattutto di due tipi:

L’incertezza dovuta alla grande quantità di informazione in tema di abbigliamento, stile, immagine e make up che avevo accumulato negli anni, ma che facevo fatica a calare perfettamente su me stessa. Ero alla ricerca di un look non modaiolo ma personale con il quale raccontarmi, dire come sono e cosa voglio trasmettere;

 

La tendenza ad accumulare vestiti senza mai eliminare alcuno, per nostalgia, per la speranza di poter rientrare nella taglia e perché legati a dei pezzi di vita passata.

Il dubbio maggiore che avevo nello scegliere la consulenza d’immagine era principalmente il costo: pensavo fosse un lusso che solo le star si potessero permettere.

L’analisi della mia figura e della mia palette di colori ha chiarito molti dubbi e anche confermato alcune scelte istintive: è stato interessante vedere che i colori che già sceglievo sono quelli che mi stanno meglio.

Gli incontri di riorganizzazione del guardaroba sono stati utili per eliminare capi che stavano lì dimenticati da tempo, ma mi dispiaceva buttare (alcuni anche con il cartellino). Verificato che non andavano bene né per colore, né per forma, non ho più avuto remore a darli via. Inoltre ho rivisitato altri capi con accessori o abbinamenti diversi dal solito, regalando loro una nuova vita e creando dei look inediti.

La disponibilità di Terry e la sua attenzione alla personalità della cliente, senza stravolgere le sue attitudini ma cercando di assecondarle e valorizzarle.

L’idea che non ci vogliono grandi cambiamenti ma bastano poche piccole accortezze per trasformare un look da normale a speciale.

Consiglierei la consulenza d’immagine un po’ a tutti, ma principalmente alle giovani alla ricerca di una propria identità ben definita che si esprime anche attraverso l’immagine di sé e la sicurezza interiore.